domenica 24 gennaio 2021

L'ultima cena di Leonardo - inBREVE

 




Ci troviamo nel refettorio del convento adiacente al santuario di Santa Maria delle Grazie a Milano e vediamo “l’ultima cena” anche detta “Cenacolo” di Leonardo Da Vinci, una pittura parietale del 1498 circa. Premessa: Leonardo per realizzare quest’opera utilizzò una tecnica sperimentale che consisteva nel dipingere l’intonaco asciutto, ecco perché oggi il capolavoro è piuttosto sbiadito e rovinato: non è riuscito a resistere all’umidità. L’opera fu commissionata da Ludovico il Moro, duca di Milano.


L’opera rappresenta appunto l’ultima cena fra Gesù Cristo e i suoi dodici apostoli i quali bisbigliano fra loro perché Gesù ha appena rivelato che uno di loro lo tradirà. Sulla scena cala una nube di ansia, preoccupazione e dubbio. L’opera del genio fiorentino è estremamente matematica e geometrica: Cristo è al centro della tavola con un’espressione di sconforto e di tradimento, la sua forma è triangolare e non per caso il triangolo è la figura geometrica della semplicità e della perfezione, gli apostoli sono divisi in quattro gruppi composti da tre personaggi i quali fra loro sparlano, bisbigliano e ipotizzando quale fra i dodici commensali tradirà Gesù. Come sfondo vi è una lunga sala che rispetta una rigorosa e schematica geometria e prospettiva.





Questo è sicuramente uno dei dipinti più misteriosi della storia, ma perché? Perché ad esempio su il dipinto viene capovolto e sovrapposto l’immagine che viene fuori è completamente diversa. Alcuni studiosi suppongono che la scena capovolta non rappresenti più la rivelazione del tradimento ma il momento della divisone del pane e del vino.

Secondo altri bizzarri studi si è scoperto (e poi anche provato) che le mani degli apostoli e i pani stesi sul tavolo possano essere interpretati come uno spartito musicale. Ma attenzione ricordiamo che Leonardo era mancino perciò lo spartito è scritto da sinistra a destra. Ecco il suono dell’ultima cena di Leonardo:


Per terminare ecco alcuni dettagli:





 

Nessun commento:

Posta un commento

Potrebbe interessarti anche:

Arte Rubata - inBREVE

  Oggi vi propongo una carrellata di opere d’arte rubate, delle quali, ancora oggi non si sa niente…iniziamo… I Papaveri – o “Vaso e Fiori” ...