potrebbe interessarti

Marcel Duchamp - inBREVE

La Fontana di Trevi come non l'hai mai vista! - inBREVE

 


La fontana di Trevi è una delle fontane più grandi e imponenti di Roma se non di tutta Italia, venne realizzata fra il 1732 e il 1762 e si trova in Piazza di Trevi a Roma.

PICCOLO CENNO SULLA STORIA:

Venne costruito sulla facciata di Palazzo Pola da Nicola Salvi, architetto Romano (Roma, 6 agosto 1697 – Roma, 8 febbraio 1751)  sotto richiesta di Papa Clemente XII nel 1731. Inizialmente vinto dallo scultore francese Lambert-Sigisbert Adam, ma successivamente trasferito a Salvi: si dice che il cambiamento sia stato dovuto al fatto che il Papa non ha voluto invece affidare l'opera a uno straniero, un'altra versione spiega che Adam doveva tornare in Francia e non poteva così lavorare all’opera.

DESCRIZIONE:

Il tema dell'intera opera è il mare rappresentato con diverse statue in una grande piscina rettangolare con angoli arrotondati ed è circondato da un marciapiede che si estende da un lato all'altro. Il marciapiede è circondato da una breve scala sottostante la piazza della strada. Salvi ha adottato un sistema di scale per compensare il dislivello tra i due lati della piazza: infatti, il lato sinistro (il lato rivolto verso il colle del Quirinale) è talmente più alto dell'altro lato da aver bisogno di scale per raddrizzarlo.

Giovanni Paolo Pannini Fontana di Trevi (XVIII secolo); olio su tela, 50,2×64,8 cm


Sempre sul lato dell'arco maggiore, al di sopra delle due pareti soprastanti, si trovano due formelle a bassorilievo raffiguranti l'approvazione di Agrippa di Giovan Battista Grossi. Andrea Bergondi (sopra la statua della salute) mostra ai soldati la "vergine" dell'acqua sorgiva. La fontana è inoltre decorata con molte decorazioni marmoree raffiguranti specie vegetali:  sono infatti riconoscibili piante di cappero sul muro esterno di Palazzo Poli, fichi selvatici piantati in cima alla ringhiera, fitti cespugli, un fico d'india e quattro gemme. Edera, torba e canne di lago, tronchi di quercia sotto la statua della salute, carciofi, viti con quattro grappoli d'uva, taro che galleggia sull'acqua, fichi, olio di citronella e piante sempreverdi all'estremità delle scogliere di travertino.

CURIOSITA’

In pochi sanno che ogni anno viene gettato dai turisti nella fontana ben 1 milione e mezzo di euro. È però severamente vietato raccogliere le monete all’interno della vasca. Questa operazione viene effettuata con cadenza giornaliera dagli addetti alla sua manutenzione, che devolvono l’incasso alla Caritas. Dunque che si avveri o no il desiderio affidato all’acqua, il risultato è positivo. Un senzatetto avrà un riparo, un bisognoso avrà un pasto caldo. Tu hai mai visitato questa fontana? Hai mai gettato una moneta in una fontana? Scrivilo in un commento qua sotto!


 

Commenti